Malaria Cris Bouroncle/Getty Images

Il ritorno letale della malaria

SINGAPORE – La drastica riduzione di decessi per malaria dall’inizio del secolo è uno dei grandi successi della sanità pubblica negli ultimi anni. Grazie a degli investimenti coordinati nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura, il numero dei decessi causati da questa malattia su base annuale è diminuito del 60% dal 2000, salvando più di sei milioni di vite.

Ciò nonostante, anche se il sogno di eliminare la malaria sembra sempre più vicino a diventare realtà, una crescente resistenza ai farmaci sta minacciando questi importanti risultati. La resistenza al farmaco antimalarico più efficace, l’artemisinina, è infatti emersa in Cambogia e si sta diffondendo in tutta la regione del delta del Mekong.

Senza un’azione efficace e tempestiva, questa nuova forma di resistenza alla malaria sarà sempre più diffusa con uno schema che si è già ripetuto due volte con i farmaci antimalarici precedenti. E’ quindi necessario che i governi, le organizzazioni internazionali, i gruppi della società civile e le aziende facciano dei passi immediati per prevenire che il fenomeno di resistenza ai farmaci antimalarici diventi un’epidemia e per evitare che questi episodi dolorosi si verfichino di nuovo.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/Ekm0e7N/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.