Macron Chesnot/Getty Images

Perché Macron continua a vincere

PARIGI – La rivoluzione nella politica francese ed europea portata avanti da Emmanuel Macron continua questo fine settimana dal momento che, se i risultati del primo turno delle elezioni legislative saranno riconfermati, il presidente francese sarà presto in grado di legare un’ampia maggioranza parlamentare alla sua causa – un risultato che appare assai probabile.  

Eliminare la vecchia separazione tra “destra e sinistra” della politica francese riunendo i “riformisti” di sinistra, di destra e di centro è la sfida che Macron si è posto quando, nell’aprile del 2016, ha creato il movimento En Marche! nell’ambito della sua candidatura alla presidenza della Francia. Il risultato del primo turno delle elezioni per l’Assemblea Nazionale è l’indicazione più netta di quanto Macron sia riuscito nell’intento di ridisegnare lo scenario politico francese.   

L’appoggio ai due principali partiti tradizionali, ovvero Les Républicains a destra (che ha ottenuto il 21,6 per cento dei voti al primo turno) e il Partito socialista (sceso al 9,5 per cento), è diminuito fino a raggiungere livelli senza precedenti nella storia della Quinta Repubblica. Inoltre, il sostegno al partito di estrema destra Front National, la cui leader Marine Le Pen è stata battuta da Macron alle elezioni presidenziali, è sceso al 13,2 per cento al primo turno.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/vqUFUqC/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.