Andrew Albertson/Flickr

Flussi Globali e Crescita Globale

BERKELEY – Una quota crescente dell’attività economica mondiale comporta flussi transfrontalieri. Ma quanto è interconnessa l’economia globale? Come cambiano i flussi transfrontalieri tra attività, settori e paesi? Come si classificano le economie nazionali in termini di flussi transfrontalieri o di “interconnessioni”? E quali sono le implicazioni per le imprese e i responsabili politici?

Un nuovo rapporto del McKinsey Global Institute affronta queste domande analizzando i flussi in entrata e in uscita di beni, servizi, prodotti finanziari, persone, dati e comunicazioni per 195 paesi negli ultimi 20 anni.

Sia i dati aggregati che i micro esempi confermano che il mondo è diventato più strettamente interconnesso, con flussi transfrontalieri crescenti per portata e complessità – e capaci di coinvolgere al loro interno un numero sempre maggiore di paesi e partecipanti. Nonostante una significativa contrazione dal 2007 al 2009, derivante dalla profonda recessione globale, nel 2012 il valore combinato di flussi finanziari e commercio di beni e servizi ha raggiunto il 36% del PIL mondiale - 1.5 volte superiore rispetto al 1980.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/QG3VN2Q/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.