L’innovazione: la sfida dell’Europa

LUDWIGSHAFEN, GERMANIA – L’innovazione svolge un ruolo fondamentale nel generare una crescita economica sostenibile. Ciò nonostante, chi ha le potenzialità per creare nuovi prodotti, servizi, o modi di fare business, continua a trovarsi di fronte ad una serie di ostacoli, in particolar modo nell’Unione europea. Al centro del problema sembra esserci la paura del rischio. Ma gli investitori, i manager e gli imprenditori devono necessariamente correre dei rischi se vogliono che le loro idee abbiano almeno qualche probabilità di ottenere un successo commerciale.

In Europa, queste preoccupazioni sono le più discusse e le meno comprese. L’innovazione è stata messa al centro di Europa 2020, la strategia di crescita dell’UE messa a punto dalla Commissione europea. Ma sebbene la ricerca scientifica europea sia tra le più avanzate a livello mondiale, l’Europa continua a rimanere indietro nella capacità di immettere le innovazioni sul mercato rispetto ai competitori globali.

Indipendentemente dalla modalità che si sceglie per misurare l’innovazione, ci sono tre condizioni che devono necessariamente essere presenti per permetterne lo sviluppo: una forza lavoro qualificata e istruita, eccellenti infrastrutture per la tecnologia dell’informazione e delle telecomunicazioni ed un ambiente commerciale favorevole. In altre parole, un’innovazione di successo ha bisogno di un’economia in crescita e stabile, di nuove idee e dell’assenza di norme inutili e opprimenti. Il ruolo del governo è quindi cruciale, ma l’UE sembra averlo mal interpretato, almeno in relazione ad un aspetto importante, ovvero l’atteggiamento verso il rischio.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/K1z7i7t/it;