Voti Per l’Abenomics

TOKYO – È passato quasi un anno da quando il Primo Ministro Shinzo Abe ha lanciato il suo piano per risollevare l’economia del Giappone da un ventennio di deflazione e recessione. Come è andata l’“Abenomics” finora?

Per rispondere a questa domanda è necessario scomporre l’ Abenomics nelle sue tre componenti –un massiccio allentamento monetario, una politica fiscale espansiva ed una strategia di crescita a lungo termine- che Abe, riferendosi alla storia di Motonari Mori, un daimyo (signore feudale) del XVI secolo, ha chiamato le “tre frecce”. Secondo la leggenda, Mori diede l’ordine a ciascuno dei suoi tre figli di spezzare una freccia a metà. Dopo che questi riuscirono a svolgere la prova, disse loro di legare le tre frecce insieme, e rompere l’intero pacchetto in una volta; nessuno fu in grado di farlo.

Come le tre frecce di Mori, le tre frecce dell’ Abenomics dovrebbero rafforzarsi a vicenda. Ma le frecce di Mori sono state legate insieme in parallelo, mentre le frecce della politica di Abe sono collegate da relazioni strutturali di fondo. Mentre la prima e la seconda freccia mirano a trasformare il percorso di crescita reale del Giappone, la terza opera sulla crescita potenziale dell’economia, cosa che presuppone l’utilizzo ottimale di tutte le risorse e le tecnologie disponibili.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/pq1qLxf/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.