health care rwanda William Campbell/Corbis via Getty Images

Le soluzioni per la copertura sanitaria universale

DAR ES SALAAM – Sono passati tre anni da quando i leader mondiali si sono impegnati nel raggiungere uno degli obiettivi più audaci mai stabiliti in tema di salute pubblica globale: raggiungere la copertura sanitaria universale entro il 2030. Realizzare questo obiettivo significherà che ogni persona in ogni comunità potrà permettersi cure a un costo ragionevole, sia per prevenire le malattie sia per trattarle quando si manifestano.

La posta in gioco è semplicemente troppo alta per non mantenere questa promessa. Non possiamo sradicare la povertà, proteggere le persone dalle pandemie, promuovere l'uguaglianza di genere o raggiungere qualunque degli altri Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile 2030 (SDG) senza accelerare i progressi verso una copertura sanitaria universale.

Fortunatamente, i leader nazionali stanno iniziando a compiere passi concreti verso l'ampliamento dell'accesso all'assistenza sanitaria. Mentre io, insieme a molti altri, mi sono reso conto che il successo dipende dal superamento di una delle sfide più importanti della salute: approcci eccessivamente frammentati per fornire assistenza. Invece di trattare una malattia alla volta, dobbiamo stabilire sistemi in cui i diversi bisogni di salute delle persone siano trattati insieme. Ogni donna dovrebbe essere in grado di rivolgersi a un fornitore fidato nella sua comunità per ricevere servizi di pianificazione delle gravidanze, vaccinazioni di routine per i suoi figli o trattamenti per il diabete per un parente anziano.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/atUTFVI/it;

Handpicked to read next

  1. haass102_ATTAKENAREAFPGettyImages_iranianleaderimagebehindmissiles Atta Kenare/AFP/Getty Images

    Taking on Tehran

    Richard N. Haass

    Forty years after the revolution that ousted the Shah, Iran’s unique political-religious system and government appears strong enough to withstand US pressure and to ride out the country's current economic difficulties. So how should the US minimize the risks to the region posed by the regime?

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.