Qual è il problema delle economie avanzate?

CAMBRIDGE – La lenta crescita odierna delle economie avanzate è il prolungamento di una decadenza secolare a lungo termine oppure riflette i normali postumi di una profonda e sistemica crisi finanziaria? E cosa ancora più importante, dobbiamo trovare una risposta definitiva a questa domanda per rilanciare il passo della ripresa economica?

In una recente conferenza del Fondo monetario internazionale (Fmi), l’ex segretario del Tesoro americano Lawrence Summers ha dichiarato che le difficoltà attuali hanno radici profonde che risalgono a prima della crisi finanziaria globale. Summers ha posto particolare enfasi sulla necessità di maggiori investimenti nelle infrastrutture, un parere condiviso in pieno dalla maggior parte degli economisti, soprattutto se si parla di investimenti realmente produttivi.

Sono molti a temere un declino secolare, sebbene la maggior parte si focalizzi più sull’offerta che sulla domanda. L’economista Jeffrey Sachs, ad esempio, sostiene che l’economia americana abbia bisogno di confrontarsi con una pletora di impedimenti strutturali alla crescita sostenuta, tra cui i fenomeni di offshoring e di skill mismatches e la decadenza delle infrastrutture.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/KVl7WUo/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.