Silicon Valley o un “Monte di Domanda”?

BELLEVUE, WASHINGTON – Tutti vogliono sapere come costruire la prossima Silicon Valley: un polo di innovazione in grado di attirare talenti e capitali, e creare posti di lavoro, aziende ed intere nuove industrie. I governi dei paesi sviluppati lottano per sovvenzionare la tecnologia che potrebbe essere la Prossima Grande Cosa. I politici dei mercati emergenti sperano che l’offerta di incentivi come agevolazioni fiscali e terreni gratuiti inducano gli innovatori a localizzarsi e prosperare presso di loro. Ma alla maggior parte di questi programmi dalle buone intenzioni manca un ingrediente fondamentale: la domanda.

La domanda di innovazione in comparti tecnologici specifici è stata la forza comune dietro tutti i punti caldi dell’high-tech, così come alle invenzioni più importanti. Innovazioni tecnologiche fondamentali, come gli antibiotici e le auto, hanno risposto ad un bisogno impellente sentito da un numero enorme di consumatori. Progetti governativi come il programma Apollo degli Stati Uniti - destinato a portare l’uomo sulla luna - ha trainato la domanda per tecnologie più semplici (che sono semplicemente le invenzioni che nessuno ha ancora richiesto).

La stessa Silicon Valley è stata costruita sulla domanda. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha investito decine di miliardi di dollari in contratti per il settore della microelettronica, un impegno che ha sia ripagato il rischio degli innovatori, che creato un quadro infrastrutturale in grado di sostenere la crescita di start-up.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/7Iictrd/it;