decroo1_MANAN VATSYAYANAAFP via Getty Images_wind turbine man MANAN VATSYAYANA/AFP via Getty Images

Come la natura umana può combattere il cambiamento climatico

BRUXELLES – Sia la pandemia da Covid-19 che il riscaldamento globale hanno a che fare con la sopravvivenza e sono, essenzialmente, delle crisi sanitarie. Ma la tipologia non è l’unica caratteristica che hanno in comune. Anche il modo in cui possiamo superarle è simile, vale a dire lavorando con, e non contro, la nostra natura umana.  

L’essenza della politica climatica è rappresentata dalla riduzione delle emissioni di gas serra (GHG): l’Unione europea intende tagliarle del 55% entro il 2030, e raggiungere le zero emissioni nette entro il 2050. La nostra prima reazione a questi ambiziosi obiettivi spesso è che dovremmo mangiare meno carne, prendere meno l’aereo, riutilizzare quello che usiamo e mettere in discussione la tesi che il Pil debba registrare una crescita costante. In quest’ottica, ridurre le emissioni di GHG sembra implicare una riduzione del nostro tenore di vita attuale.    

Allo stesso modo, inizialmente abbiamo affrontato il Covid-19 riducendo la vita sociale, chiudendo negozi e aziende e limitando le libertà civili. In altre parole, meno contatti e meno contratti. Subito, però, è apparso chiaro che queste misure non erano altro che un rimedio temporaneo. Nelle nostre società liberali occidentali è – fortunatamente – impossibile tenere le persone rinchiuse in casa. 

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/ax0AeCdit