Mario Draghi presents ECB report at EU Parliament Michele Tantussi/Getty Images

Quanto È Democratico l’Euro?

SAN SERVOLO, ITALY – Quando di recente il presidente italiano ha posto il veto alla nomina dell’euroscettico Paolo Savona a ministro delle Finanze del governo proposto dall’alleanza Movimento Cinque Stelle - partito della Lega, egli ha salvaguardato o messo in pericolo la democrazia del suo paese? Al di là degli specifici vincoli costituzionali del contesto italiano, la questione va al cuore della legittimità democratica. I difficili temi che essa solleva devono essere affrontati in modo corretto e appropriato, se si intende risanare le nostre democrazie liberali.

L’euro rappresenta un impegno assunto con un trattato da cui le vigenti regole del gioco non prevedono una chiara via d’uscita. Il presidente Sergio Mattarella ed i suoi difensori sottolineano che la fuoriuscita dall’euro non era stata oggetto di dibattito nel corso della campagna elettorale che ha portato al potere la coalizione populista, e che la designazione di Savona rischiava di comportare un crollo del mercato finanziario ed il caos economico. I detrattori di Mattarella sostengono invece che egli ha travalicato le prerogative della sua autorità ed ha permesso ai mercati finanziari di porre il veto alla scelta di un ministro da parte di un governo eletto dal popolo.

Con l’adesione all’euro, l’Italia ha ceduto la sovranità monetaria ad un decisore esterno indipendente, la Banca Centrale Europea. Il paese ha inoltre assunto impegni specifici riguardo alla conduzione della propria politica fiscale, sebbene questi vincoli non siano “hard” come quelli che inquadrano la politica monetaria. Questi obblighi pongono limiti reali alle scelte di politica economica delle autorità italiane. In particolare, l’assenza di una valuta nazionale significa che gli Italiani non possono scegliere il proprio obiettivo di inflazione, o svalutare la propria valuta rispetto a quelle estere. Gli Italiani devono inoltre mantenere i loro deficit fiscali al di sotto di determinati massimali.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/U9errQO/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.