0

Più Culture per Goccia

STANFORD – Le Nazioni Unite hanno definito la siccità il "più costoso disastro naturale del mondo," sia sul piano finanziario, dato che impone un costo annuale di  6-8 miliardi di dollari, che in termini di vite umane; dal 1900, ha colpito due miliardi di persone, portando a oltre 11 milioni di morti. Ciò è dovuto al fatto che gran parte del mondo è vulnerabile; le zone attualmente colpite sono l'Australia, l’Africa sub-sahariana, l’Asia meridionale, il Nord ed il Sud America ed il Medio Oriente.

Dato che l'agricoltura rappresenta il 70% del consumo di acqua , in media, a livello mondiale, sembra logico che questo settore debba essere al centro delle misure di conservazione idrica. E, in effetti, esiste una tecnologia collaudata che potrebbe aiutare sensibilmente a ridurre l'impatto della siccità: l’ingegneria genetica (IG).

Chicago Pollution

Climate Change in the Trumpocene Age

Bo Lidegaard argues that the US president-elect’s ability to derail global progress toward a green economy is more limited than many believe.

A volte chiamata "modificazione genetica," l’IG consente ai selezionatori di sementi di far fare alle colture esistenti nuove attività - come ridurre il consumo di acqua. Anche se la ricerca e lo sviluppo sono ostacolati dalla resistenza da parte degli attivisti e da un’eccessiva regolamentazione del governo, colture modificate geneticamente resistenti alla siccità stanno emergendo da diversi processi di sviluppo in molte parti del mondo.

Negli ultimi due decenni, queste varietà di colture sono state coltivate su oltre 1,5 miliardi di ettari di oltre 17 milioni di agricoltori in circa 30 paesi - senza causare danni ad un singolo ecosistema o provocare neanche un mal di stomaco. In tutto il mondo, queste nuove varietà hanno fornito " benefici economici netti molto significativi per le aziende agricole, pari a 18,8 miliardi dollari nel 2012 e di 116,6 miliardi dollari" tra il 1996 ed il 2012, secondo un rapporto recente di Landes Bioscience.

La maggior parte di queste nuove varietà di colture è progettata per resistere agli erbicidi, in modo che gli agricoltori possano adottare pratiche di coltivazione senza lavorazione più rispettose dell'ambiente e molte sono anche state progettate per resistere ai parassiti e alle malattie che sono solite devastarle. Altre hanno alto valore nutritivo, che le rende ideali per le popolazioni dei paesi in via di sviluppo che lottano per acquisire le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per condurre una vita sana e produttiva.

Ma, nel lungo periodo, il più grande vantaggio di tutti, sia per la sicurezza alimentare che per l'ambiente, sarà probabilmente la capacità delle nuove varietà di colture di tollerare periodi di siccità e altre sollecitazioni legate all'acqua. Anche una piccola riduzione della quantità di acqua utilizzata per l'irrigazione potrebbe avere enormi vantaggi, specialmente in condizioni di siccità.

Per sviluppare tali varietà, alcuni biologi vegetali sono riusciti ad identificati i geni che regolano l'uso di acqua e a trasferirli in importanti piante coltivate, permettendo loro di crescere con meno acqua o con acqua di qualità inferiore, per esempio acqua riciclata o ad alto contenuto di sali minerali naturali. Alcuni ricercatori egiziani hanno dimostrato che trasferendo anche un solo gene dall’orzo al grano, le piante possono tollerare una riduzione nella quantità d’acqua irrigata per un periodo di tempo più lungo. Questa nuova varietà di grano, resistente alla siccità richiede, solo un ottavo dell'irrigazione necessaria per la sopravvivenza di quelle più convenzionali; in alcuni deserti, può essere coltivato avendo le precipitazioni come unica fonte d’acqua.

Altri tipi di varietà di colture Ogm, come quelli che sono resistenti a malattie e parassiti, migliorano indirettamente l'efficienza dell'uso dell'acqua. Poiché gran parte delle perdite dovute a malattie e parassiti si verifica dopo che le piante sono completamente cresciute - cioè, dopo che la maggior parte dell'acqua necessaria per la loro crescita è già stata fornita – essere resistenti a loro significa incrementare la produzione agricola per unità di acqua investita. Per farla breve, gli agricoltori possono ottenere più raccolto per ogni goccia innaffiata.

La tecnologia ingegneristica di genetica molecolare può conservare l'acqua anche in altri modi. Un terzo delle terre irrigate in tutto il mondo non è adatto per la coltivazione di colture a causa della presenza di sale - il risultato della fertilizzazione ripetuta. Per riconquistare i più di 200.000 ettari di terreno irrigati che ogni anno non possono più essere coltivati, gli scienziati hanno migliorato la tolleranza al sale di colture diverse come i pomodori e l’olio di colza (canola). Le piante trasformate possono crescere nel suolo salato ed essere irrigate con acqua salmastra, permettendo così di conservare l'acqua dolce per altri usi.

Considerati i benefici, ci si potrebbe aspettare che tali sviluppi siano universalmente lodati ed incoraggiati. Invece devono affrontare ostacoli normativi importanti. L’Europa, per esempio, vieta gran parte delle colture Ogm; l'India ha approvato la produzione di cotone resistente agli insetti, ma non è riuscito ad approvare eventuali colture alimentari. Anche laddove le colture Ogm vengono prodotte, una normativa non scientifica eccessivamente onerosa ha aumentato il costo di produzione delle nuove varietà vegetali in modo significativo, costringendo molte altre potenzialmente importanti a rimanere fuori dal mercato.

Fake news or real views Learn More

Queste misure sono irrazionali, perché sono inversamente correlati al rischio. Essi consentono l'uso in gran parte non regolamentato di nuove varietà di piante e microrganismi che sono stati lavorati con tecniche meno precise e prevedibili, con la scusa che sono in qualche modo più "naturali", mentre regolano in maniera molto più rigorosa –arrivando addirittura a vietarli - quelle basati su conoscenze e metodi più avanzati.

Con l’acqua che si fa sempre più scarsa, le colture colpite dalla siccità che appassiscono, ed i prezzi del cibo che aumentano, un'agricoltura resiliente diventerà più necessaria - e più urgente. Con una politica pubblica più razionale, saremmo in grado di soddisfare questo bisogno immediatamente. Quanta miseria e quante morti che potevano essere prevenute devono avvenire prima che i nostri politici vengano ricondotti alla ragione?