Donald Trump Saul Loeb/Getty Images

La globalizzazione del nostro malcontento

NEW YORK – Quindici anni fa, ho pubblicato Globalization and Its Discontents, un libro che cercava di spiegare perché c’era così tanta insoddisfazione rispetto alla globalizzazione tra i paesi in via di sviluppo. Semplicemente, molti credevano che il sistema era “manipolato” contro di loro e che gli accordi commerciali globali erano scelti appositamente per essere particolarmente ingiusti.

Ora, il malcontento in merito alla globalizzazione ha alimentato un’ondata di populismo negli Stati Uniti e in altre economie avanzate, guidata da politici che affermano che il sistema è ingiusto nei confronti dei loro paesi. Negli Stati Uniti, il Presidente Donald Trump insiste che i negoziatori commerciali dell’America erano truffati da quelli provenienti da Messico e Cina.

Quindi come potrebbe essere oltraggiato, quasi ovunque, qualcosa che avrebbe dovuto portare benefici a tutti, sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo? Come può un accordo commerciale essere ingiusto per tutte le parti?

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/3r905vg/it;

Handpicked to read next