Quarantine ward Tim Brakemeier/Getty Images

Prevenire la prossima pandemia

SYRACUSE – Alcune recenti epidemie, come quelle di Ebola e Zika, hanno dimostrato la necessità di anticipare le pandemie e di prepararsi a contenerle ancor prima che si manifestino. Allo stesso tempo, però, la grande diversità, resilienza e trasmissibilità di alcune patologie mortali hanno anche evidenziato, con estrema crudezza, quanto possa essere difficile controllare e prevenire la diffusione di questi virus.

Una prima minaccia alla nostra capacità di far fronte a questi eventi è rappresentata dal nostro vivere in un mondo altamente connesso. È stato grazie alla facilità con cui si viaggia da un paese all’altro che negli ultimi anni i virus dengue, chikungunya e Zika sono riusciti a spostarsi da est verso ovest, causando vaste epidemie nelle Americhe e ai Caraibi. Una seconda minaccia, più triviale, riguarda l’incapacità di trovare un accordo sul piano economico. A prescindere dalla ragione, sta di fatto che finché gli esseri umani saranno incapaci di organizzare una difesa collettiva e globale, le malattie infettive continueranno la loro devastante avanzata, con conseguenze disastrose.        

Mettere in atto una strategia efficace volta alla prevenzione e al contenimento – essere, cioè, biologicamente preparati – è il modo migliore per ridurre il rischio di un contagio a livello globale. Tale preparazione richiede un buon coordinamento tra agenzie e finanziatori finalizzato alla creazione di reti in grado di consentire una distribuzione e un accesso rapido a vaccini, farmaci e protocolli, che aiutano a limitare la trasmissione di una malattia. Detto semplicemente, essere pronti per la prossima pandemia significa non solo sviluppare una capacità globale, ma anche essere in grado di finanziarla.     

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/p3avT3a/it;

Handpicked to read next