Macron Merkel Tobias Schwartz/Getty Images

La Germania ci Rimetterebbe se Macron Fallisse

FRANCOFORTE – Allorché Emmanuel Macron è risultato vincitore delle elezioni presidenziali francesi, molti tedeschi hanno tirato un forte sospiro di sollievo. Un centrista pro-Europa aveva sonoramente sconfitto una populista di estrema destra, Marine Le Pen del Front National. Ma perché la minaccia nazionalista all’Europa vada realmente contenuta, è necessario che la Germania collabori con Macron nell’affrontare le sfide economiche che hanno portato tanti elettori a respingere l’Unione Europea.

Questo non sarà facile. Infatti, dopo solo un paio di giorni dall’elezione, gli elementi fondamentali della piattaforma economica di Macron erano già sotto attacco in Germania. Per cominciare, sono state accolte con critiche sostanziali le sue proposte di riforma per la governance dell’eurozona.

Il programma della campagna di Macron ha abbracciato l’idea di un maggiore federalismo dell’eurozona, caratterizzato da un bilancio condiviso per i beni pubblici della zona euro, gestito da un ministro europeo dell’economia e della finanza e tenuto a rispondere ad un europarlamento. Esso invitava inoltre ad un maggior coordinamento dei regimi fiscali e dei controlli alle frontiere, ad una più forte tutela dell’integrità del mercato interno e, vista la crescente minaccia del protezionismo statunitense, ad una politica di approvvigionamento pubbliche “made in Europe”.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/ZYa3BHn/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.