9

La svolta dell’Ucraina va sostenuta

NEW YORK – Dopo un crescendo di violenza, la rivolta ucraina ha avuto un esito sorprendentemente positivo. Contrariamente a tutte le aspettative razionali, un gruppo di cittadini armati solo di mazze e scudi fatti di scatole di cartone e coperchi della pattumiera in metallo ha sopraffatto le forze di polizia in tenuta antisommossa. Ci sono stati molti feriti, ma i cittadini hanno prevalso. Questo evento segna uno di quei momenti storici che restano a lungo impressi nella memoria collettiva di una società.

Come è potuta accadere una cosa del genere? Il principio dell’incertezza nella meccanica quantistica di Werner Heisenberg offre una metafora calzante. Secondo Heisenberg, il fenomeno subatomico può manifestarsi come particelle oppure onde; in modo analogo, gli esseri umani possono comportarsi o come singole particelle o come componenti di un’onda più grande. In altre parole, l’imprevedibilità degli eventi storici come quelli accaduti in Ucraina ha a che fare con un elemento di incertezza dell’identità umana.

L’identità delle persone si compone di elementi singoli e di elementi facenti parte di unità più ampie, e l’impatto delle persone sulla realtà dipende da quali elementi prevalgano sul comportamento. Quando i civili hanno lanciato un attacco suicida alle forze armate di Kiev il 20 febbraio, il loro senso di rappresentare “la nazione” superava di gran lunga il timore di morire. Il risultato è stato quello di oscillare da società profondamente divisa sull’orlo della guerra civile a un senso d’unità senza precedenti.

Il perdurare o meno di quest’unità dipenderà da come risponderà l’Europa. Gli ucraini hanno dimostrato la loro devozione all’Unione europea che è essa stessa disperatamente divisa, con una crisi dell’euro che mette Paesi creditori e debitori gli uni contro gli altri. È per questo motivo che l’Ue è stata assolutamente più furba della Russia nei negoziati con l’Ucraina su un Accordo di associazione.