Elysee Palace Julien M. Hekimian/Stringer

Tregua o Riforme in Europa?

MILANO – Il primo turno delle elezioni francesi ha fatto registrare un esito molto vicino alle aspettative: il centrista Emmanuel Macron è risultato primo, con il 24% dei voti, battendo di un soffio Marine Le Pen del Fronte Nazionale di estrema destra che se n’è aggiudicata il 21,3%. Salvo un incidente politico come quello capitato al precedente leader conservatore, François Fillon, il 7 maggio Macron quasi certamente vincerà il secondo turno elettorale contro Le Pen. L’Unione Europea sembra al sicuro – per ora.

Con il “pro-UE” Macron che appare diretto verso l’Eliseo – i candidati dei partiti tradizionali di destra e sinistra che hanno perso al primo turno gli hanno già dichiarato il loro appoggio – la minaccia immediata per l’Unione Europea e la zona euro sembra essersi attenuata. Ma non è il momento di compiacersi. A meno che l’Europa non affronti i nodi dei modelli di crescita e non persegua riforme urgenti, i rischi a lungo termine per la sua sopravvivenza sono destinati quasi certamente ad aumentare.

Inoltre, come è stato spesso notato, le elezioni francesi, come altre votazioni di fondamentale importanza dello scorso anno, rappresentano un rifiuto dei partiti politici del tradizionale sistema di potere: il repubblicano Fillon è arrivato al terzo posto, con circa il 20% dei voti, e Benoît Hamon del Partito Socialista è risultato quinto, con meno del 6,5%. Mentre, Jean-Luc Mélenchon, euroscettico di estrema sinistra, si è aggiudicato il 19,5%, facendo attestare la quota totale degli elettori che hanno scelto candidati di partiti non tradizionali – Le Pen, Macron e Mélenchon – a quasi il 65%.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/TP7NXCx/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.