The 'mobile library' project in Nigeria STEFAN HEUNIS/AFP/Getty Images

L’istruzione ha salvato la mia vita

NEW YORK – La mia famiglia è stata assassinata prima che imparassi ad allacciarmi le scarpe. Da bambino cresciuto in Sierra Leone, gli anni che avrebbero dovuto essere giocosi e spensierati li ho trascorsi combattendo la guerra di altri. Per me l’infanzia è stata un incubo e mi è sempre sembrato impossibile avere una via di fuga. Ma quando la guerra terminò ufficialmente nel 2002 iniziai a trovare dei modi per riprendermi, tra i quali il più importante è stata un’opportunità che mai avrei potuto immaginare da bambino soldato di nove anni arrabbiato e analfabeta: la scuola.

Io sono una prova vivente del potere di trasformazione che ha l’istruzione. Grazie a un duro lavoro e tanta buona fortuna, sono riuscito a prendere il diploma della scuola superiore e poi a laurearmi. Ora, tra pochi mesi, inizierò delle lezioni universitarie presso la Fordham University School of Law, ovvero una destinazione inimmaginabile per la maggior parte dei bambini soldato del mio paese.

Tuttavia, nel corso del mio breve percorso educativo, mi ha sempre tormentato la stessa domanda: perché la fortuna svolge un ruolo così cruciale? Dopotutto, l’istruzione dovrebbe essere un diritto umano universale. Se davvero fosse così semplice.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/qosSCRm/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.