La crisi di legittimità della finanza

WASHINGTON – La recente uscita di scena di Robert Diamond dalla Barclays segna uno spartiacque. Senza dubbio, altri Amministratori Delegati di banche importanti sono stati estromessi in passato, come Chuck Price che ha perso il suo posto alla Citigroup per aver corso dei rischi eccessivi nel periodo che ha portato poi alla crisi finanziaria del 2008, o, più recentemente, Oswald Grübel della UBS che è stato fatto fuori per non aver evitato un’operazione finanziaria non autorizzata del calibro di 2,3 miliardi di dollari.

Ma Diamond sembrava avere la situazione sotto controllo. La Barclays aveva infatti superato la crisi del 2008-2009 senza l’ausilio dell’aiuto del governo e, nonostante le recenti notizie di violazioni delle regole anche in relazione ai prodotti per i consumatori ed ai tassi di interesse, Diamond era comunque riuscito a prendere le distanze dai danni provocati.

Secondo la stampa, i regolatori erano disposti a concedere a Diamond un lasciapassare proprio quando si è invece verificato un grave contraccolpo politico. In seguito all’accusa di Diamond nei confronti della Bank of England, l’Amministratore Delegato della Barclays è stato infatti costretto a dimettersi.

To continue reading, register now.

As a registered user, you can enjoy more PS content every month – for free.

Register

or

Subscribe now for unlimited access to everything PS has to offer.

https://prosyn.org/qCZshyuit