25

Storia di ammonimento sulla restrizione monetaria negli Usa

BERKELEY – La Federal Reserve degli Stati Uniti ha tentato di inasprire la politica monetaria quattro volte negli ultimi quattro decenni. In ognuna di queste occasioni, lo sforzo ha innescato processi che hanno ridotto l'occupazione e la produzione molto più di quanto il personale della Fed aveva previsto. Mentre la Fed si prepara a inasprire la politica monetaria ancora una volta, l'esame di questa storia - e dello stato attuale dell'economia - suggerisce che gli Stati Uniti sono in procinto di entrare in un territorio pericoloso.

Tra il 1979 e il 1982, l'allora presidente della Fed Paul Volcker ha modificato l'approccio delle autorità alla politica monetaria. La sua aspettativa era che controllando la quantità di moneta in circolazione, la Fed avrebbe potuto ridurre ampiamente l'inflazione aumentando la capacità inutilizzata e la disoccupazione in misura molto più esigua di quanto i modelli tradizionali keynesiani avevano previsto.

Sfortunatamente per la Fed - e per l'economia americana - i modelli keynesiani si sono mostrati precisi; le loro previsioni sui costi di disinflazione erano a un punto morto. Inoltre, questo periodo di restrizione monetaria ha avuto conseguenze inaspettate; istituzioni finanziarie come Citicorp hanno scoperto che solo la pazienza delle autorità di regolamentazione li ha salvati dal dover dichiarare il fallimento, e gran parte dell'America Latina è caduta in una depressione che è durata più di cinque anni.

Poi, tra il 1988 e il 1990, un altro giro di stretta monetaria sotto la guida di Alan Greenspan ha distrutto i bilanci delle casse di risparmio del Paese, che erano sovra indebitate, sottocapitalizzate, e già lottavano per sopravvivere. Per evitare che la conseguente recessione peggiorasse la situazione, il governo federale è stato costretto a salvare gli istituti insolventi. I governi degli Stati erano sul lastrico, anche: il Texas ha speso l'equivalente di tre mesi di entrate statali per salvare le sue casse di risparmio e i loro depositanti.