Arctic drilling in the Alberta Tar Sands kris krüg/Flickr

La pericolosa strategia business di ExxonMobil

NEW YORK – L’attuale strategia di business di ExxonMobil è pericolosa per i suoi azionisti e per il mondo. C’era già stato detto in un report della Commissione Artica del National Petroleum Council, presieduto dal Ceo di ExxonMobil, Rex Tillerson. Il report lancia un appello al governo americano circa le trivellazioni nell’Artico per il gas e il petrolio – senza menzionare le conseguenze per i cambiamenti climatici.

Mentre altre compagnie petrolifere iniziano a parlare direttamente dei cambiamenti climatici, il modello di business di ExxonMobil continua a negare la realtà. Questo approccio non è solo moralmente scorretto; è anche destinato a fallire a livello finanziario.

L’anno 2014 è stato il più caldo rilevato dagli strumenti, un cupo promemoria degli interessi planetari delle negoziazioni globali sul clima condotte quest’anno, che culmineranno a Parigi in dicembre. I governi del mondo si sono accordati per mantenere il riscaldamento indotto dall’uomo al di sotto di 2º Celsius (3.6º Fahrenheit). Eppure l’attuale traiettoria implica un riscaldamento che va ben oltre questo limite, forse 4-6º Celsius entro la fine di questo secolo. La risposta, ovviamente, è la transizione dai combustibili fossili all’energia a basse emissioni di carbonio come l’energia solare o eolica, e ai veicoli elettrici alimentati da elettricità a basso contenuto di carbonio.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/Zn3iwrO/it;