Pius Utomi Ekpei/AFP/Getty Images

La corruzione che alimenta il cambiamento climatico

LONDRA, BERLINO – Gli attivisti anti-corruzione hanno segnato una serie di vittorie cruciali nel 2016, tra cui l’aver garantito che le “Big Oil” , ossia le grandi compagnie petrolifere, rispondessero per uno dei loro affari più loschi: l’acquisizione nel 2011 della concessione per lo sfruttamento del blocco petrolifero nigeriano Opl-245 da parte della Royal Dutch Shell e di Eni, la più grande società petrolifera italiana. Lo scorso dicembre, la Commissione d’inchiesta nigeriana sui crimini economici e finanziari ha messo sotto indagine alcuni soggetti nigeriani coinvolti, e i Pm italiani, che ora hanno concluso le indagini, rinviano a giudizio i dirigenti e i soggetti coinvolti in quest’operazione.

Diversi mesi prima, nel giugno 2016, la Securities and Exchange Commission (SEC) americana ha pubblicato una norma, conforme all’Articolo 1504 del Dodd-Frank Act del 2010, che richiede alle società petrolifere, minerarie e di gas di divulgare la rendicontazione di tutti i pagamenti effettuati per ogni progetto a favore dei governi. Se la SEC avesse emesso prima questa norma, Shell e Eni non si sarebbero spinti così avanti con l’accordo Opl-245, perché avrebbero dovuto divulgare i rispettivi pagamenti. Ma l’opposizione da parte dell’industria petrolifera ha ritardato la norma, così che le compagnie riuscissero ad occultare i propri pagamenti.

E per la per la prima volta dopo milioni di anni il 2016 è stato anche l’anno in cui la concentrazione di CO2 nell’atmosfera ha raggiunto le 400 particelle per milione (ppm). Se da un lato l’Accordo di Parigi sul clima è stato acclamato come un grande successo quando fu stipulato nel dicembre del 2015, molti firmatari si sono dimostrati decisamente poco ambiziosi nel mantenere i propri impegni rispetto alla riduzione del carbonio. Per capire perché, bisogna considerare il potere degli interessi acquisiti e il peso della corruzione sui nostri sistemi di governo.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/lcW3rQF/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.