Angela Merkel and Emmanuel Macron Aurelien Meunier/Getty Images

Come Rinnovare il Progetto Europeo

BERLINO – Le elezioni presidenziali e legislative francesi di inizio anno hanno suscitato nuove speranze nel progetto di integrazione europea, ampliando la prospettiva di una più profonda collaborazione franco-tedesca. Eppure alcune forme di cooperazione, non ultimi i programmi di responsabilità condivisa, potrebbero rivelarsi un errore. Fintanto che gli stati membri mantengono la sovranità sulle politiche fiscali ed economiche, Francia e Germania dovrebbero concentrare i loro sforzi sull’obiettivo di rendere l’area euro più resiliente.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha iniziato a perseguire con urgenza le riforme necessarie a promuovere la crescita economica, ed è fondamentale che riesca a compiere questo sforzo. La Francia soffre di un’elevata disoccupazione strutturale e di una modesta crescita potenziale, ed i suoi conti pubblici sono insostenibili a medio termine. Il miglioramento di questo stato di cose richiederà la riforma del mercato dei fattori di produzione e dei prodotti, insieme ad una profonda riduzione dei disavanzi pubblici.

Dal punto di vista della Francia, questo è il momento migliore per attuare le riforme economiche. Anche se la zona euro sta mostrando segni di una solida ripresa economica sulla Banca Centrale Europea si registra una pressione crescente perché vengano allentate le sue politiche monetarie ultra-espansive. Il governo Macron non ha quindi tempo da perdere, soprattutto perché le riforme economiche potrebbero richiedere tempo per produrre risultati, e le prossime elezioni sono sempre dietro l’angolo.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/HCkoq4U/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.