L’Europa e l’euro

PARIGI – Per qualsiasi cittadino di uno dei 16 paesi dell’eurozona, il successo durevole della moneta unica è un argomento sia di carattere tecnico che emotivo, che coinvolge sia la mente che il cuore. A mio avviso è indiscutibile che l’euro sia vitale per l’Europa e, senza dubbio, per l’economia mondiale.

Innanzitutto, è importante ricordare che l’idea europea ebbe inizio come un progetto finalizzato ad assicurare la pace e la democrazia tra i popoli d’Europa. L’introduzione della moneta unica nel 1999, ed ancor di più la possibilità di un suo utilizzo da parte dei cittadini europei nel gennaio del 2002, diedero un segno tangibile della realtà dell’integrazione europea. Lo slogan andava infatti dicendo: un euro nel portafoglio, l’Europa in tasca.

Vent’anni dopo la prima elezione a suffragio universale del Parlamento europeo nel 1979, l’introduzione dell’euro segnò la logica espansione del sogno europeo.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/APUh3w0/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.