hoover dam Manav Gupta/Flickr

Quale carenza energetica?

MARTIGNY, SVIZZERA – Se fossimo in grado di catturare e utilizzare l’energia derivante solo da due minuti della luce solare che giunge sulla Terra, questa basterebbe per alimentare le nostre auto, illuminare e riscaldare i nostri edifici e fornire altre necessità energetiche per un anno intero. In parole povere, noi esseri umani non stiamo andando incontro a una carenza di energia. Dobbiamo far fronte a una sfida tecnologica che prevede di catturare e fornire energia ai consumatori; e uno dei modi più efficienti per rispondere a questa sfida è investire in migliori modalità di immagazzinaggio.

Molti dei problemi mondiali oggi sono riconducibili all’uso energetico, dai conflitti per l’approvvigionamento di petrolio e i timori sulle emissioni dei gas serra alla produttività e all’out persi per carenze e blackout. In molte aree povere del mondo, la mancanza di energia frena lo sviluppo economico. Globalmente, oltre 1,3 miliardi di persone non hanno accesso all’elettricità, e circa 2,6 miliardi non hanno accesso alle moderne attrezzature da cucina. Oltre il 95% di queste persone vive nell’Africa Sub-Sahariana o nell’Asia in via di sviluppo, e l’84% nelle aree rurali.

Nella fase che ha preceduto le recenti elezioni presidenziali in Nigeria, ad esempio, è stato chiesto a una donna cosa volesse dai candidati. Ha risposto con una sola parola: “luce”. L’elettricità, un bene di prima necessità, consentirebbe a lei di continuare a lavorare e ai suoi figli di studiare.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/iaIAhoZ/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.