crazy rich asians Suhaimi Abdullah/Getty Images

Folle e ricca Asia

CAMBRIDGE – In “Crazy Rich Asians” (titolo italiano “Crazy & Rich”, folli e ricchi) un film che ha riscosso un successo oltre le aspettative basato su un romanzo di Kevin Kwan del 2013, una docente di economia dell’università di New York (Rachel), parte per Singapore con il suo fidanzato per conoscere la famiglia di lui. Una volta lì, viene a sapere, a quanto pare per la prima volta, che la sua dolce metà (Nick) è l’erede di una delle famiglie più ricche dell’Asia, e che ha una madre pronta a fare il possibile per evitare che suo figlio sposi una borghese, a prescindere se sia asioamericana o meno.

Vuoi per il suo (magnifico) cast tutto asiatico (una vera rarità), o perché richiama le atmosfere delle prime grandi commedie romantiche, il film ha fatto parecchio rumore. Forse c’è persino la possibilità di un Oscar atteso da tempo (da “La tigre e il dragone”) per Michelle Yeoh, che interpreta il ruolo della gelida, e al tempo stesso amorevole, madre.

Ma tra i protagonisti del film c’è anche Singapore, un luogo ancora perlopiù sconosciuto alla stragrande maggioranza degli occidentali. Per qualcuno, la vera sorpresa del film sarà proprio constatare il livello di follia che hanno raggiunto alcune zone ricche dell’Asia.  

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/sDY0nYgit