gerlach7_GEORGESgOBETAFPGettyImages_legarderehntalkingatconference Georges Gobet/AFP/Getty Images

La BCE Deve Esprimersi

ZURIGO – Il governatore della banca centrale finlandese, Olli Rehn, ha ribadito la propria richiesta alla Banca Centrale Europea affinché si proceda ad una revisione, da lungo tempo attesa, del quadro delle sue politiche. L’imminente cambio di leadership nell’istituzione – con Christine Lagarde, amministratore delegato del Fondo Monetario Internazionale dal 2011, che probabilmente succederà alla presidenza di Mario Draghi – offre un’opportunità importante per dare ascolto a tale appello.

Quando la BCE è stata costituita 20 anni fa, le banche centrali non erano in generale troppo chiare riguardo ai dettagli delle proprie linee strategiche. Al tempo, può darsi che alcune ambiguità siano risultate utili, per la flessibilità che offrivano quando la BCE ha iniziato ad operare. Inoltre, esse hanno permesso che banchieri centrali con diverse esperienze e prospettive concordassero un quadro strutturale, anche se non si sono accordati con precisione sui dettagli.

Ma da allora il mondo è cambiato considerevolmente, ed oggi il pubblico richiede maggiore chiarezza. Come può la BCE rispondere a questa esigenza, 16 anni dopo l’ultima revisione delle sue linee di politica monetaria?

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/aQSzIsvit