Skip to main content

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated Cookie policy, Privacy policy and Terms & Conditions

pissarides4_UnitoneVectorGetty Images_AIjobsgraphmap UnitoneVector/Getty Images

Perché preoccuparsi dell’automazione?

LONDRA – Dal movimento Luddite all’inizio del XIX secolo agli scritti di eminenti economisti quali John Maynard Keynes e Wassily Leontief generazioni più tardi, la    prospettiva dell’automazione ha sempre sollevato serie preoccupazioni sui posti di lavoro. Keynes e Leontief pensavano che non sarebbero rimasti abbastanza posti di lavoro per i lavoratori. Oggi, di fronte all’impetuosa ondata di automazione digitale molti condividono il loro disagio.

L’impatto delle tecnologie digitali odierne sul mercato del lavoro solleva tre domande. Ci saranno abbastanza posti di lavoro per i lavoratori? In che settori saranno questi posti di lavoro? E il compenso sarà abbastanza alto da evitare un aumento della povertà e della disuguaglianza?

La risposta alla prima domanda è inequivocabile. Le prove storiche dimostrano che l’innovazione tecnologica che prende il posto della manodopera non porta a cambiamenti a lungo termine nei tassi di occupazione e di disoccupazione dei paesi industrializzati. Keynes ha parlato di “disoccupazione tecnologica”, e non v’è dubbio che negli anni ‘20 e nella successiva Grande Depressione, una delle principali cause di disoccupazione in Gran Bretagna sia stato il declino del carbone e di altri settori di fronte alla concorrenza della Germania e degli Stati Uniti. Le competenze dei lavoratori e la posizione geografica hanno escluso una rapida ridistribuzione in altre parti dell’economia. Ma quell’episodio di transizione alla fine passò.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

https://prosyn.org/xZkMfjSit;

Edit Newsletter Preferences

Set up Notification

To receive email updates regarding this {entity_type}, please enter your email below.

If you are not already registered, this will create a PS account for you. You should receive an activation email shortly.