Quando attivismo fa rima con egoismo

CONCORD, MASSACHUSETTS – Immaginate se un gruppo di attivisti tentasse di mettere in guardia la gente da un pericolo da loro percepito, e poi venisse fuori che non solo tale pericolo non era reale, ma che dando voce alle proprie paure questo gruppo ha spinto altre persone verso comportamenti potenzialmente dannosi per l'intera comunità, di cui voi stessi fate parte. Cosa fareste? E cosa dovrebbe fare il governo?

Il governo australiano ha risposto a questa domanda con un’azione eclatante, cioè revocando lo status di ente benefico, pertanto esentasse, a un gruppo di pressione contrario ai vaccini, in ragione del fatto che la loro allarmistica disinformazione sulla loro pericolosità minaccia la salute pubblica, in particolare quella dei bambini.

Il governo ha anche chiesto al gruppo di cambiare nome, da Australian Vaccination Network ad Australian Vaccination-Skeptics Network, dove l'aggiunta del termine "scettici" serve a chiarire la posizione degli attivisti. "Faremo in modo che queste persone si presentino per quello che sono, cioè un gruppo contrario alla pratica della vaccinazione", ha dichiarato Stuart Ayres, ministro del commercio equo e solidale del Nuovo Galles del Sud. "Vogliamo essere sicuri che smettano di diffondere informazioni fuorvianti".

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/R7NWvg1/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.