Pope Francis Evandro Inetti/ZumaPress

Il Cambiamento Climatico e la Chiesa Cattolica

ROMA – Papa Francesco chiede al mondo di agire contro il riscaldamento globale, e molti conservatori negli Stati Uniti sono sul piede di guerra. Il papa dovrebbe attenersi alla morale, dicono, e non avventurarsi nella scienza. Ma, poiché il dibattito sul clima si svolge quest’anno, la maggior parte dell’umanità troverà il messaggio di Francesco convincente: sono necessarie sia la scienza che la morale, per ridurre i rischi per il nostro pianeta.

Il primo punto da notare è che la stragrande maggioranza degli americani è d’accordo con l’appello di Francesco all’azione per il clima. Purtroppo, le loro opinioni non sono rappresentate nel Congresso degli Stati Uniti, che tutela le principali compagnie carbonifere (“Big Coal”) e petrolifere (“Big Oil”), non il popolo americano. L’industria dei combustibili fossili investe pesantemente in attività di lobbismo e nelle campagne elettorali di membri del Congresso come i senatori Mitch McConnell e James Inhofe. La crisi climatica del mondo è stata aggravata da una crisi di democrazia negli Stati Uniti.

In un sondaggio sugli Americani, condotto nel gennaio 2015, la stragrande maggioranza degli intervistati (78%) ha dichiarato che, “se non si fa nulla per ridurre il riscaldamento globale”, le conseguenze future per gli Stati Uniti potranno essere “piuttosto gravi” o “molto gravi”. Circa la stessa percentuale (74%) ha dichiarato che se non si fa nulla per ridurre il riscaldamento globale, le generazioni future verranno colpite “moderatamente”, “molto” o “moltissimo”. Più significativamente forse, il 66% ha dichiarato che sarebbe “più probabile” per loro sostenere un candidato che riconosca il cambiamento climatico in atto e richieda il passaggio alle energie rinnovabili, mentre per il 12% sarebbe “meno probabile” sostenere un tale candidato.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/OX3jgQj/it;