Adam Young/Getty Images

Distrazione Cinese per i DSP

WASHINGTON, DC – All’inizio di ottobre, la valuta cinese, il renminbi, è stata aggiunta al paniere delle valute che compongono i Diritti Speciali di Prelievo del Fondo Monetario Internazionale, o DSP. In precedenza, il valore dei DSP veniva definito in base alla media ponderata di dollaro, euro, sterlina britannica e yen giapponese. Ora che il renminbi è stato aggiunto può considerarsi una delle cinque valute davvero globali.

È importante? Per i cinesi certamente si. A Pechino, in cui sono stato alla fine del mese scorso, ad aderire all’esclusivo club DSP erano tutte persone che ne volevano parlare. (Okay, a dire la verità, volevano parlare anche di Donald Trump.)

Vedere il renminbi aggiunto al paniere DSP ha costituito motivo di orgoglio nazionale. Ciò ha simboleggiato l’affermazione della Cina come potenza mondiale. Ed ha giustificato gli sforzi del governo ad incoraggiare l’uso del renminbi nelle transazioni transfrontaliere, liberando la Cina e il resto del mondo da un’eccessiva dipendenza dal dollaro.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/cOCzo44/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.