Tolga Akmen/Anadolu Agency/Getty Images

Come evitare una guerra commerciale

CAMBRIDGE – Sfidando il buonsenso e le élite economiche e finanziarie, il presidente americano Donald Trump sembra assaporare la prospettiva di una guerra commerciale. Il 6 luglio, le sue ultime restrizioni commerciali del 25% su circa 34 miliardi di dollari di importazioni cinesi - hanno avuto effetto. Sono state prontamente raggiunte con tariffe di ritorsione su un equivalente volume di esportazioni statunitensi verso il mercato cinese. Trump ha minacciato ulteriori misure contro la Cina, così come le tariffe sulle importazioni di automobili dall'Europa. Ed è probabile che ritirerà gli Stati Uniti dall'Accordo di libero scambio nordamericano se il Messico e il Canada non acconsentono a modificarlo a suo piacimento.

Il protezionismo impulsivo di Trump fa ben poco per aiutare la classe operaia che ha contribuito a eleggerlo. Repubblicani insoddisfatti del Congresso e aziende infelici che lo hanno sostenuto su altre questioni potrebbero ancora tenerlo sotto controllo. Ma quelli che, come me, pensavano che l'abbaiare di Trump sarebbe stato peggio del suo morso sul commercio, stanno avendo ripensamenti su dove tutto ciò potrebbe portare.

Tuttavia prima di essere spazzati via con gli scenari apocalittici sul commercio, dobbiamo prendere in considerazione anche gli incentivi degli altri paesi. Trump potrebbe volere una guerra commerciale, ma non può averla da solo. Una guerra commerciale richiede che altre economie reagiscano e si inaspriscano. E ci sono validi motivi per cui non dovrebbero farlo.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/wEIIDm8/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.