1

Guida sicura per aziende veloci

MONTREAL – In un'automobile, i punti ciechi sono le porzioni di strada che gli specchietti retrovisori e laterali non riescono a catturare. Un guidatore deve tenerli costantemente presenti ed essere cosciente dei pericoli, potenzialmente mortali, che possono causare.

Anche le aziende possono avere dei punti ciechi, ed essi possono implicare costi altrettanto elevati poiché inducono le aziende a investire troppo in imprese rischiose, perdendo di vista altre opportunità. I leader di successo sono quelli che cercano d’individuare i punti ciechi della propria azienda e introducono meccanismi per renderli innocui.

Una comune causa di punti ciechi in ambito imprenditoriale è il bias del giudizio. Esso nasce quando i dirigenti hanno una visione troppo ristretta dell'attività aziendale, sottovalutano le capacità dei concorrenti, o non riescono a cogliere il cambiamento nel panorama competitivo.

Un buon esempio di società che ha risentito di questo problema è la Nestlé. Per decenni, la multinazionale svizzera si era rigorosamente autodefinita una delle principali aziende alimentari a livello mondiale. Tale denominazione si era tradotta in una restrizione autoimposta che l'aveva costretta a limitarsi nell'offerta di prodotti. Nel 2010, però, l'amministratore delegato della società, Paul Bulcke, ridefinì la Nestlé come un'azienda per "la nutrizione, la salute e il benessere" della persona, una scelta strategica a dir poco brillante che da allora le ha consentito di ampliare la propria offerta e di lanciare sul mercato decine di nuove linee di prodotti e servizi.