7

Percorsi verso l'energia sostenibile

NEW YORK – La scommessa più sicura sul futuro dell'energia è il riconoscimento della necessità di ridurre le emissioni di carbonio. Oggigiorno, circa l'80% dell'energia primaria mondiale si basa sul carbonio: carbone, petrolio e gas. Il nostro obiettivo dovrà essere quello di passare a un'energia a zero o a basso contenuto di carbonio entro la metà del secolo. Il grande dilemma è come e quando realizzarlo.

Quando si parla di energia primaria a basse emissioni di carbonio, tre sono le opzioni possibili: energia rinnovabile, ad esempio, eolica, solare, geotermica, idroelettrica e da biomasse; energia nucleare; e la cattura e sequestro del carbonio, che prevede l'utilizzo di combustibili fossili per produrre energia, intrappolando le emissioni di CO2 prodotte e immagazzinando il carbonio sottoterra con metodi sicuri.

Sono, altresì, tre le ragioni urgenti per cui il mondo dovrebbe optare per un'energia a basse emissioni di carbonio. In primo luogo, gli elevati livelli di CO2 stanno dando luogo a un'acidificazione degli oceani. Continuando di questo passo, finiremo per distruggere una grande quantità di vita marina, danneggiando gravemente le catene alimentari fondamentali per la nostra sopravvivenza.

In secondo luogo, la CO2 sta pericolosamente modificando il clima mondiale, anche se molte delle grandi società petrolifere vorrebbero farci credere il contrario (così come l'industria del tabacco ha speso ingenti somme di denaro per esercitare pressioni politiche e manipolare i dati scientifici al fine di negare il legame tra fumo e cancro ai polmoni).