Great Britain bus in countryside

Brexit e la “Special Relationship”

NEW YORK – La decisione di continuare o meno a far parte dell’Unione Europea compete, ovviamente, al popolo britannico ed ai suoi rappresentanti eletti. Ma dato che il suo esito non riguarderà solo gli interessi britannici ed europei, è legittimo ed appropriato per altre parti avere un peso.

Mi si permetta quindi di esercitare il diritto, come outsider coinvolto in ciò che accade, di esprimere con chiarezza la mia opinione: dal mio punto di vista (e quello di molti altri Americani), la decisione del Regno Unito di uscire dalla UE sarebbe tutt’altro che auspicabile – anzi, altamente indesiderabile.

Sono consapevole dell’ironia che alcuni sicuramente noteranno in questa posizione, dal momento che la stessa indipendenza degli Stati Uniti è nata quando le colonie americane hanno lasciato la Gran Bretagna. Ma quel distacco si è realizzato allora, invece questo avviene oggi, e l’uscita del Regno Unito dall’Europa verrebbe accolta dal suo alleato più prossimo con rammarico pari alla preoccupazione.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/WMj44S6/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.