Andia/UIG/Getty Images

Brexit e il Futuro dell’Europa

PARIGI – Non si sa ancora quando il Regno Unito presenterà un programma per la negoziazione del suo ritiro dall’Unione Europea. Ma è già chiaro che Brexit rimodellerà la mappa dell’Europa. Data soprattutto la sorprendente impreparazione della Gran Bretagna alle conseguenze della propria decisione – strategie, priorità, e tempistica restano incerte – ciò significa che la UE deve iniziare a capire come sfruttare al meglio la situazione. Ecco come.

Cominciamo con le uniche certezze: i negoziati Brexit saranno lunghi, complessi, ed aspri, e il divorzio avrà effetti geopolitici di vasta portata. L’impatto immediato è una battuta d’arresto ad un processo di integrazione che dura da 60 anni. L’Europa soffrirà nel breve e nel medio periodo, poiché è probabile che nei prossimi cinque anni si debba dedicare a Brexit un notevole impegno politico, in un momento in cui alla UE servirebbero le forze per affrontare pericoli interni ed esterni. Nel lungo periodo, Brexit rischia di accelerare l’uscita dell’Europa dai massimi livelli del processo decisionale globale.

La Gran Bretagna non sfuggirà a queste conseguenze. Sebbene essa possa lasciare l’Unione Europea, non può abbandonare l’Europa.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/1mP9B6o/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.