pa1227.jpg Paul Lachine

Una leadership innovativa per la Banca Mondiale

NEW YORK – Il mese scorso ho sostenuto a gran voce la necessità di mettere alla guida della Banca Mondiale un leader dello sviluppo globale piuttosto che un banchiere o un esperto di politiche aziendali. “La Banca ha bisogno di un professionista affermato pronto ad affrontare le grandi sfide dello sviluppo sostenibile sin dal primo giorno” ho scritto. Ora che il Presidente statunitense Barack Obama ha nominato Jim Kim, il mondo avrà il suo leader per lo sviluppo.

Con questa nomina Obama ha dimostrato una vera leadership. Ha messo lo sviluppo al primo posto sostenendo con toni espliciti che è giunto il tempo di avere un professionista dello sviluppo alla guida della più importante agenzia per lo sviluppo.

La nomina di Kim è un importante passo avanti per la Banca Mondiale che spero possa influenzare anche altri istituti globali. Finora, agli Stati Uniti è stata data carta bianca sulla nomina della presidenza della Banca Mondiale. Ecco perchè, spesso, ci sono stati diversi presidenti inadatti, compresi numerosi banchieri ed esperti di politiche aziendali, privi delle conoscenze e dell’interesse necessario per condurre la lotta alla povertà.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading and receive unfettered access to all content, subscribe now.

Subscribe

or

Unlock additional commentaries for FREE by registering.

Register

https://prosyn.org/AMbspETit