La nuova Era Progressista d’America?

NEW YORK – Nel 1981 il presidente americano Ronald Reagan iniziò il suo mandato facendo una famosa affermazione: “Il governo non è la soluzione al nostro problema. Il governo è il problema”. Trentadue anni e quattro presidenti più tardi, il recente discorso inaugurale di Barack Obama con una forte nozione del ruolo del governo per risolvere le sfide più pressanti d’America – e del mondo – sembra calare il sipario su quell’era.

L’affermazione di Reagan del 1981 fu straordinaria. Segnalava come il nuovo presidente d’America fosse meno interessato ad avvalersi del governo per risolvere i problemi della società che a tagliare le tasse, soprattutto a beneficio degli abbienti. Fatto più importante, la sua presidenza ha avviato una “rivoluzione” a partire dalla destra politica – contro i poveri, l’ambiente e la scienza e la tecnologia – che è durata per tre decenni, e i suoi principi sono stati confermati, più o meno, da tutti coloro che gli sono succeduti: George H. W. Bush, Bill Clinton, George W. Bush e, per certi versi, da Obama nel suo primo mandato.

La “rivoluzione di Reagan” contava quattro componenti principali: sgravi fiscali per i ricchi; tagli alla spesa su istruzione, infrastrutture, energia, cambiamento climatico e formazione lavorativa; la massiccia crescita del budget per la difesa; e deregolamentazione economica, inclusa la privatizzazione delle principali funzioni governative, quali basi militari e carceri funzionanti. Annunciata come una rivoluzione di “libero mercato”, dal momento che prometteva di ridurre il ruolo del governo, in pratica segnò l’inizio di un attacco alla classe media e ai poveri da parte degli speciali interessi dei ricchi.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/vj1gLGr/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.