9

La seconda chance dell’America con l’India

NEW YORK – La visita del Primo Ministro indiano Narendra Modi a Washington Dc, nel mese di giugno, ha attirato poca attenzione da parte del pubblico al di fuori dell’India. Eppure diplomatici e militari in Asia e altrove stavano seguendo attentamente la vicenda. Per una buona ragione: la riconciliazione tra le due democrazie più popolate a livello mondiale potrebbe forgiare il futuro del mondo.

Vale la pena notare che nel suo discorso davanti al Congresso degli Stati Uniti, Modi ha pronunciato la parola “partner” o “partnership” non meno di 15 volte. La dichiarazione congiunta ufficiale rilasciata dai due governi descriveva l’India come un “Importante Partner di Difesa” degli Stati Uniti, adatto a tecnologie avanzate con applicazioni militari.

La relazione tra India e Stati Uniti è passata da un freddo distacco a una vicinanza strategica nel corso di una generazione – in un batter baleno per la geopolitica. I fattori alla base di questo cambiamento meritano attenzione, perché molti di questi fattori potrebbero portare i due Paesi sempre più vicini.

La fine della Guerra Fredda è stata una parte significativa della riconciliazione bilaterale, poiché ha eliminato la possibilità della continua associazione dell’India con l’Unione Sovietica, come anche la motivazione razionale per abbracciare il non allineamento.