1

Lezioni greche per l’economia mondiale

CAMBRIDGE – Il pacchetto di aiuti da 140 miliardi di dollari, che il governo greco ha ricevuto alla fine dai partner dell’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale, offre la giusta tregua per affrontare l'arduo compito di sistemare le proprie finanze. Il pacchetto potrebbe evitare che Spagna e Portogallo facciano la stessa fine, e potrebbe persino scongiurare un’eventuale inadempienza greca, ma non è detto. In ogni caso, qualunque sia il risultato, è chiaro che il grave fallimento ellenico ha inferto un duro colpo all’Unione Europea.

In fondo, la crisi non è che un’altra manifestazione di quello che io definisco “trilemma politico dell’economia mondiale”: globalizzazione economica, democrazia politica e stato-nazione non sono reciprocamente compatibili. Possiamo averne al massimo due allo stesso tempo. La democrazia è compatibile con la sovranità nazionale solo se conteniamo la globalizzazione. Se insistiamo sulla globalizzazione mentre conteniamo lo stato-nazione, dobbiamo rinunciare alla democrazia. E se, invece, vogliamo democrazia e globalizzazione insieme, dobbiamo lasciare da parte lo stato-nazione e perseguire una maggiore governance internazionale.