17

Chiarezza sull’Austerità

MILANO – Ho appena avuto il privilegio di parlare alla principale conferenza annuale del Consiglio economico della Germania, il braccio economico e finanziario dell’Unione Democratica Cristiana, l’attuale partito di governo. Tra gli altri relatori erano presenti la Cancelliera Angela Merkel e il Ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble. È stato un evento interessante –e cosa più importante, incoraggiante.

Sembrava chiaro che la Germania (o almeno questo insieme piuttosto ampio di rappresentanti del governo, del mondo imprenditoriale e dirigenti sindacali) confermi il proprio impegno verso l’euro e per il rafforzamento dell’integrazione europea, e che  riconosca la necessità per il successo di tali obiettivi della realizzazione di una ripartizione degli oneri a livello europeo, che consenta di superare la crisi in corso nella zona euro. Le riforme in Italia e Spagna sono a buona ragione considerate cruciali, e sembra che vi sia una profonda consapevolezza (sulla base dell’esperienza maturata in Germania negli ultimi dieci anni e mezzo dopo la riunificazione) che il ripristino della competitività, dell’occupazione e della crescita richiede tempo.